Audi Q7 Tfsi e plug-in hybrid, calano I consumi e aumenta l’autonomia elettrica grazie alla nuova batteria

Maxi spazio, a bordo, quasi 50 km a zero emissioni e consumi ridotti rispetto al passato. L’Audi Q7 Tfsi e, versione plug-in hybrid del maxi suv del marchio dei quattro anelli, si aggiorna ricevendo una nuova batteria ad alta tensione, l’omologazione Wltp 3.0 e il sistema di ricarica e-tron compact: innovazioni che consentono di abbinare consumi realmente contenuti – percorre sino a 40 chilometri con un litro di benzina – a una superiore autonomia a zero emissioni con ricariche più rapide. Grazie all’omologazione ibrida Audi Q7 Phev è esente dai blocchi del traffico, accede liberamente alle Ztl e, in diverse città, beneficia della sosta gratuita sulle strisce blu. Lato tassazione, la vettura è esente totalmente o parzialmente dal bollo, non è soggetta all’ecotassa – il cosiddetto “malus” introdotto dalla Legge di Bilancio 2019 – e può contare su costi assicurativi mediamente ridotti del 10% rispetto alle vetture tradizionali.

Audi Q7 ibrido plug-in, nuova batteria agli ioni di litio da 18 kWh

Al propulsore termico V6 3.0 Tfsi, turbo a iniezione diretta della benzina, la Q7 ibrida plug-in aggiunge un motore elettrico sincrono a magneti permanenti integrato, insieme alla frizione di separazione, nella trasmissione automatica tiptronic a 8 rapporti. Il suv phev dei quattro anelli è disponibile in due step di potenza, 381 e 462 cavalli. In virtù delle differenti performance del propulsore a zero emissioni in modalità boost, vede il motore elettrico lavorare in abbinamento a una batteria agli ioni di litio profondamente rinnovata. La precedente struttura dell’accumulatore a 168 celle prismatiche evolve nella soluzione con 104 celle a sacchetto dotate di un rivestimento esterno flessibile e organizzate in tredici moduli. Una soluzione di derivazione Audi e-tron, prima vettura integralmente elettrica del Brand, al pari della frenata elettroidraulica e del sistema di recupero dell’energia. Il peso della batteria si riduce di 40 chilogrammi e la capacità nominale si attesta a 18 kWh, dei quali 14,4 kWh effettivamente fruibili. Innovazioni cui si accompagna l’omologazione dei powertrain secondo la più recente normativa antinquinamento Euro 6d-Isc-Fcm (Wltp 3.0).

Loading…

Audi Q7 Phev, programma Charge

Tra le novità di Audi Q7 Phev arriva il programma “Charge”, che offre al guidatore la possibilità di scegliere liberamente se e come intervenire nell’interazione tra il propulsore termico e il motore elettrico scegliendo tra anche tra i programmi “Ev” e “Hybrid”. Quest’ultima prevede, analogamente a nuova Audi Q8 Tfsi e, i programmi “Auto”, “Hold” e, appunto, “Charge”. Programmi che danno rispettivamente priorità alla modalità ibrida automatica, al risparmio d’energia a vantaggio di una successiva fase di viaggio oppure alla ricarica della batteria mediante l’azione del motore. La modalità Charge consente di pianificare con la massima precisione il consumo d’energia in funzione, ad esempio, della percorrenza degli ultimi chilometri del viaggio in ambito urbano.

Audi Q7 Phev, autonomia elettrica e consumi

L’omologazione Wltp 3.0 del powertrain e l’adozione della nuova batteria ad alta tensione garantiscono sia un incremento dell’autonomia in modalità puramente elettrica sia un rafforzamento dell’efficienza di Audi Q7 Tfsi e. Nel primo caso, la variante 3.0 (55) Tfsi e da 381 cavalli e 600 Nm di coppia percorre sino a 49 chilometri Wltp contro i precedenti 43 km, mentre la versione top di gamma 3.0 (60) Tfsi e da 462 cavalli e 700 Nm passa da 42 a 48 chilometri a ricarica. Un incremento, in entrambi i casi, nell’ordine del 14%. Non meno rilevante la riduzione di oltre il 20% dei consumi e delle emissioni: Audi Q7 3.0 (55) Tfsi e 381 cv e Audi Q7 3.0 (60) Tfsi e 462 cv sono ora accreditate nel ciclo combinato Wltp di, rispettivamente, 2,5 – 3,9 e 2,5 – 3,0 litri ogni 100 chilometri contro i precedenti 3,1 – 3,9 e 3,2 – 3,8 l/100 km a fronte di emissioni che passano da 71 – 87 e 73 – 87 grammi/km di CO2 (64 – 69 g/km Nedc) a 55 – 88 e 57 – 68 g/km (59 – 62 g/km Nedc).

Audi Q7 ibrida plug-in, prestazioni

Miglioramenti che, nel caso della versione top di gamma 3.0 (60) Tfsi e, si accompagnano a una crescita della potenza massima del powertrain da 456 a 462 cv. Audi Q7 3.0 (60) Tfsi e scatta così da 0 a 100 km/h in 5,4 secondi contro i precedenti 5,7 secondi a fronte di una velocità massima limitata elettronicamente di 240 km/h (135 km/h in modalità puramente elettrica), mentre la versione 3.0 (55) TFSI e da 381 CV passa da 0 a 100 km/h in 5,8 secondi. I limiti di velocità sono i medesimi, così come sono condivisi la trasmissione automatica tiptronic a 8 rapporti con convertitore di coppia e la trazione integrale permanente quattro che, in condizioni di marcia ordinarie, vede il differenziale centrale autobloccante ripartire la coppia secondo il rapporto 40:60 tra avantreno e retrotreno.

Fonte: Il Sole 24 Ore